Lezione: Jaap Mansfeld

Centro studi «Forme del Sapere nel Mondo Antico»

in collaborazione con

Scuola Superiore di Studi in Filosofia
Dottorato di Ricerca in Antichità classiche e loro Fortuna. Archeologia, Filologia, Storia
Dottorato di Ricerca in Filosofia

 

Uso delle fonti e tradizione indiretta: come nasce e come si studia la dossografia antica

 

conferenza di

Jaap Mansfeld

Universiteit Utrecht

 

Mercoledì 20 Maggio 2015, ore 11
Università di Roma Tor Vergata
Macroarea di Lettere e Filosofia (via Columbia, Roma)
Edificio B, Piano III, Sala Riunioni «Roberto Pretagostini»

 

Scarica la locandina in pdf (618 Kb
Scarica l’handout della conferenza in pdf (151 Kb)
Guarda la registrazione video della conferenza su YouTube

 

Jaap Mansfeld è stato dal 1973 al 2001 professore di Storia della Filosofia antica e medievale all’Università di Utrecht. Membro del board di diverse riviste internazionali, è socio della Reale Accademia Olandese. Nel 1998 ha vinto il prestigioso premio della Alexander von Humboldt-Stiftung. Le sue numerose pubblicazioni sul pensiero antico dai presocratici al neoplatonismo hanno profondamente influito sul dibattito scientifico internazionale. Il suo interesse si è focalizzato, in particolare, sulla tradizione dei testi filosofici antichi e sulla dossografia greca: campo nel quale gli studi da lui condotti insieme con David Runia hanno radicalmente rinnovato l’interpretazione inaugurata da Hermann Diels alla fine dell’800.

Tra le sue pubblicazioni: Die Offenbarung des Parmenides und die menschliche Welt, 1964; The Pseudo-Hippocratic Tract Peri Hebdomadon Ch. 1-11 and Greek Philosophy, 1971; Die Vorsokratiker, nuova ed. 2011; Heresiography in Context: Hippolytus’ Elenchos as a Source for Greek Philosophy, 1992; Prolegomena. Questions to be Settled before the Interpretation of an Author, or a Text, 1994; Prolegomena mathematica from Apollonius of Perga to Late Neoplatonism, 1998; (con D. T. Runia) Aëtiana: The Method and Intellectual Context of a Doxographer, vari voll., 1997-.

Quanto più impariamo a conoscere noi stessi come persone che pensano e agiscono, come persone filosoficamente e scientificamente attive, e quanto più riusciamo a indagare le intricate e stratificate tradizioni che condizionano profondamente la nostra attività, riportandole alle loro interrelazioni, tanto meglio riusciremo a capire la filosofia degli antichi.