Convegno: «Paesaggi fra notte e crepuscolo»

Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”
Centro studi «Forme del sapere nel mondo antico»

in collaborazione con il

Römisches Institut der Görres-Gesellschaft

 

Paesaggi fra notte e crepuscolo:
sonno e sogno nell’antica Roma

 

organizzato da Fabio Stok e Christine Walde

 

Roma, 19-20 Dicembre 2014

 

Scarica la locandina in PDF (174 Kb)

 

 

Programma

 

19 Dicembre 2014

Römisches Institut der Görres-Gesellschaft
Campo Santo Teutonico
Città del Vaticano

 

14,00
Christine Walde (Mainz)
Schlafen im antiken Rom. Annäherungen an ein schwieriges Phänomen

14,45
Carlo Santini (Perugia)
Sonno e sogno in Varrone Menippeo e nell′ultima oratoria di Cicerone

15,30
intervallo

16,00
Christian Stoffel (Mainz)
Kein Kommentar zur Nacht? Funktion und Deutung von Nachtszenen im Corpus Caesarianum

16,45
Paolo Esposito (Salerno)
Tra epitaffio e sogno: Dal Marcello di Properzio al Pompeio di Lucano

17,30
Gideon Nisbet (Birmingham)
Martial′s Economy of Sleep

18,15
Giancarlo Abbamonte (Napoli)
Sonno e insonnia di un poeta: Stat. Silv. 5, 4

 

20 Dicembre 2014

Università di Roma Tor Vergata
Dipartimento di Studi Umanistici
Via Columbia 1 – III piano

 

9,00
Walter Cavini, (Bologna)
Lucrezio e l’analisi epicurea dei sogni

9,45
Luciano Landolfi (Palermo)
Tagesreste e simulacra: sogni e sogni erotici in Lucrezio

10,30
intervallo

11,00
Sabrina Grimaudo (Palermo)
Tra interpretazione e polemica scientifica. Visione onirica e sogno nel corpus galenico

11,45
Fabio Stok (Roma)
Sonno e disturbi del sonno della medicina tardoantica

12,45
Filippo Carlà (Exeter)
Sacrifici e altre pratiche religiose nella notte romana

13,30
Federica Ciccolella (Texas University/Roma)
“Sognando il Maïuma”: realtà e immaginazione negli scritti di Procopio di Gaza

 

La cultura antica ha riflettuto variamente sul sogno e sul suo significato, e ne ha dato una pluralità di spiegazioni, esplorando con attenzione e curiosità anche i confini fra il sogno ed il sonno e l’influenza che le modalità e le fasi del sonno hanno sull’attività onirica.

Tale esplorazione ha interessato l’anima ed il mondo che si apre nel sogno, e anche il corpo e il contesto somatico e culturale-sociale dell’uomo che dorme.

Il convegno si propone di analizzare questa problematica sulla base di un approccio interdisciplinare, che coinvolge la letteratura romana dell’età della repubblica tarda ed dell’età imperiale, ma anche i testi di medicina e le problematiche filosofiche, psicologiche, sociali e religiose.

 

Per informazioni:

Christine Walde
waldec@uni-mainz.de

Fabio Stok
fabio.stok@uniroma2.it